• Cargoful Team

Green Logistics: ridurre l'impatto ambientale aumentando i profitti

La pandemia Covid-19 ha chiarito, ora più che mai, quanto la logistica sia di fondamentale importanza nella vita di tutti i giorni. E, insieme all'impressionante crescita dell'eCommerce e dello shopping online, gli ultimi mesi hanno visto l'insorgere di nuove sfide. Tra queste c'è quella ambientale. Il settore della logistica è notoriamente responsabile di numerosi problemi ambientali come l'inquinamento atmosferico e acustico. Infatti, come affermato dall'Agenzia Europea dell'Ambiente, il settore dei trasporti sale sul podio di quelli con la quota più alta di emissioni di gas serra in Europa, con un poco lusinghiero secondo posto, preceduto solamente dall'industria dell'energia.


La sfida risiede quindi nel ridurre l'impatto ambientale del trasporto delle merci e, allo stesso tempo, aumentare l'efficienza della supply-chain per consentire l'erogazione di servizi in modo più sostenibile. Questo è proprio ciò che la green logistics si propone di fare.


Cos'è la green logistics?

Da quando sono comparsi gli autocarri pesanti negli anni '70, sono nate e cresciute le prime preoccupazioni sull'inquinamento causato dal trasporto merci. Alla fine degli anni '80, il termine “green” iniziò ad essere utilizzato riferendosi proprio alla sua mancanza nell'industria dei trasporti. In particolare, la logistica è stata uno dei punti principali affrontati dalla World Commission on Environment and Development Report nel 1987.

Nonostante ciò, la logistica verde è diventata veramente nota solo in seguito, in risposta alla crescente attenzione al riscaldamento globale e al maggior contributo alle emissioni di CO2 del settore logistico.

L'idea fondamentale alla base della green logistics è quella di utilizzare tecnologie e attrezzature avanzate per operare in un compromesso sostenibile che riesca a bilanciare l'efficienza economica e quella ambientale. Questo concetto si traduce in principi flessibili che possono essere applicati alle Operations dell'azienda. I 3 pilastri principali su cui di basa la green logistics sono:

  • Pianificazione: assicurare di mettere in campo una pianificazione ottimizzata e senza sprechi per massimizzare l'utilizzo della flotta e ridurre al minimo il consumo di risorse. Questo può essere fatto, ad esempio, scegliendo il percorso più conveniente e riempiendo i camion per evitare che viaggino con spazi vuoti;

  • Tracciamento dell'impatto: allestire una torre di controllo per monitorare l'emissione di carbonio della tua flotta, nello spazio e nel tempo. Questo può aiutare a capire dove si trovano i problemi principali e consente la condivisione interna di best-practices;

  • Tecnologia di supporto: ottimizzare i processi logistici fisici fornendo un supporto IT adatto.

Perchè perseguire una logistica sostenibile?

Innanzitutto, la domanda di sostenibilità è forte, chiara e proviene da diverse fonti:

  • Governi, che hanno concordato gli obiettivi di sostenibilità nell'accordo globale sui cambiamenti climatici vincolante ed adottato alla conferenza sul clima di Parigi (COP21) nel dicembre 2015;

  • Consumatori, che sono sempre più consapevoli della necessità da parte delle aziende di ridurre le proprie emissioni di carbonio e che stanno cambiando i loro comportamenti di acquisto favorendo le aziende con una chiara strategia ESG;

  • Lavoratori, che stanno facendo pressioni sulle organizzazioni affinchè queste sviluppino una produzione sostenibile e una supply-chain rispettosa dell'ambiente.

In questo contesto, le imprese logistiche dovranno ripensare i loro processi e modelli operativi in ​​una prospettiva sostenibile. Quello che spesso si crede è che il passaggio a soluzioni sostenibili comporti solo costi aggiuntivi. Tuttavia, pensare che la sostenibilità abbia solo ad un impatto negativo sul profitto dell'azienda è tutt'altro che vero. Infatti, si può trarre vantaggio dalla sostenibilità sotto diversi aspetti, e arrivare ad avere un impatto positivo sia sulla top che sulla bottom line. In particolare, la sostenibilità può portare a:

  • Risparmio di costo: avere una pianificazione ottimizzata ed efficiente significa ridurre i costi variabili come il carburante e i pedaggi, oltre che rappresentare un valido aiuto per i problemi di carenza di autisti e implementation di programmi di manutenzione predittiva. Inoltre, il processo di digitalizzazione, tramite una tecnologia ad-hoc, permette di ridurre il consumo di carta, evitando errori e aumentando la collaborazione e il coordinamento tra le aree commerciali, di pianificazione e di traffico e, soprattutto, consente di ridurre significativamente la quantità di tempo spesa per l'attività di pianificazione, liberando risorse preziose per far crescere il tuo business;

  • Incremento dei ricavi: le operazioni ottimizzate e digitalizzate sono un vantaggio competitivo strategico rispetto alla concorrenza. Pertanto, aumentare l'utilizzo della flotta significa avere più risorse disponibili, servire più clienti, ed espandere il proprio business. Inoltre, perseguire una strategia green migliora la reputazione e l'immagine del marchio aziendale che, insieme al prezzo ed alla qualità del servizio, sta rapidamente diventando un criterio di selezione di fornitori.

Nonostante gli innegabili vantaggi, comunque, trasformare un'azienda di logistica tradizionale in un'azienda veramente “verde” è un processo graduale e comporta un investimento di tempo e, talvolta, di costi. Vediamo ora come un'azienda può iniziare a incorporare una strategia di sostenibilità in tutti i suoi processi.


La strada verso la sostenibilità

Ci sono molti modi per diventare green. Il nostro consiglio è di fare un gradino alla volta, partendo dall'impostazione di un processo di pianificazione ottimizzato.

Un processo di pianificazione ottimale consente di programmare le spedizioni combinando ordini, punti di consegna e ritiro per trovare il percorso più efficiente, riducendo al minimo il numero totale di chilometri percorsi dall'intera flotta. Questo si traduce anche nella diminuizione delle emissioni di carbonio della flotta e, allo stesso tempo, nella riduzione dei costi di trasporto.


Purtroppo, l'ottimizzazione manuale della pianificazione è molto complessa e dispendiosa in termini di tempo, poiché è necessario assegnare autisti e camion a ordini con requisiti e vincoli molto diversi (ad esempio, finestre di consegna, destinazioni multiple, tipi di camion richiesti).


Un software di pianificazione logistica è la migliore risposta a questo problema complesso. Infatti, Cargoful ti offre esattamente ciò di cui hai bisogno: una pianificazione automatica e intuitiva ed un'allocazione degli ordini ai camion, con la possibilità di adattare l'algoritmo di pianificazione alle tue esigenze ed a quelle dei tuoi clienti. Adottando questa tecnologia, puoi risparmiare tempo prezioso e ridurre le tue emissioni. In particolare, con la nostra tecnologia, puoi abbassare la tua impronta di carbonio del 9% e diminuire il tempo dedicato alla pianificazione di oltre il 75%. Vuoi saperne di più sulla nostra soluzione? Visita il nostro sito e scopri tutte le funzionalità di Cargoful.


Let’s go green: prenota una demo con noi!



46 visualizzazioni0 commenti